La tecnologia si sta dando da fare per farci consumare sempre meno

Lo sviluppo tecnico dei veicoli sta compiendo passi da gigante e le auto consumano sempre meno. Nel settore dei motori tutti gli sforzi sono rivolti a ridurre le emissioni e i consumi, mentre le nuove tecnologie aiutano a risparmiare carburante. Attualmente i motori dell’ultima generazione raggiungono un alto rendimento termico che può arrivare sino al 38%.
bildplatzhalter_920px.jpg
 

Sono le tecnologie come i sistemi di avvio/arresto automatici (il motore si spegne davanti al semaforo rosso e si riaccende quando viene rilasciato il freno) o la «modalità vela» (il motore si spegne in piena corsa e per circa il 30% del viaggio non è necessaria nessuna forza del motore) che hanno permesso di ridurre nettamente il consumo medio delle auto negli ultimi decenni. Oggi si è assestato in media poco oltre i sei litri di carburante per 100 chilometri. Nello stesso tempo sono state nettamente ridotte anche le emissioni di sostanze nocive: con la severa norma sulle emissioni Euro 6, nella maggior parte dei casi i gas di scarico delle auto sono meno inquinati dell’aria ambiente.

Guidare risparmiando anche con le auto meno recenti
La riduzione dei consumi di energia e carburante che ci eravamo prefissati non è però stata raggiunta completamente. In questo settore le case automobilistiche promettono risparmi sostanziali grazie al crescente uso di auto ibride o elettriche.
 
Un ruolo importante è ricoperto anche dal peso dei veicoli. Anche se la dotazione delle auto è diventata più confortevole e più sicura, con i nuovi materiali e le nuove tecnologie il peso del veicolo è rimasto praticamente invariato. In parte, grazie alle leghe leggere è stato addirittura ridotto.
 
Per le auto meno recenti delle cittadine e dei cittadini svizzeri, una corretta manutenzione e il giusto stile di guida possono contribuire ad abbattere i consumi e le emissioni. Si tratta di un consiglio da non sottovalutare, visto che circa un terzo dei veicoli che circolano in Svizzera è stato costruito più di 10 anni fa. Ciò significa che 1,4 milioni di auto sono tecnicamente obsolete.

Carburanti alternativi: la ricerca continua
La ricerca è indirizzata anche ai carburanti alternativi, ad es. quelli a base di materie prime vegetali. Nel frattempo si sono affermati altri carburanti alternativi come gas naturale o liquido, anche se ancora a basso livello.
 
Oltre a quelle a gas naturale, biogas e gas liquido, attualmente vengono messe in circolazione le prime auto di serie con celle a combustibile. Interessante è inoltre la combinazione tra energia elettrica rinnovabile e carburanti gassosi o liquidi: la corrente elettrica in eccesso prodotta dalle centrali eoliche può ad es. essere trasformata, con l’aiuto di acqua, in idrogeno e, nel corso di un successivo processo insieme al CO2, in metano (chimicamente identico al gas naturale).

Assistenti elettronici che facilitano la vita quotidiana
Un’altra priorità sulla quale sono concentrati i reparti Ricerca & Sviluppo delle case costruttrici sono i sistemi di assistenza elettronica come quelli per il parcheggio o il riconoscimento del traffico. In futuro diventerà sempre più importante anche la connessione in rete di tutte le auto tra di loro e con gli altri utenti della strada. Questo permetterà di scambiarsi informazioni su ingorghi o di far sì che le auto viaggino in modo semiautomatico o automatico. Sebbene la tecnologia abbia già fatto passi da giganti in questo settore, la rapida diffusione di questi sistemi viene frenata da questioni giuridiche su responsabilità, sovranità sul veicolo, ecc.


torna su
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie