Incentivi per veicoli elettrici e stazioni di ricarica

2 novembre 2020, agvs-upsa.ch – Il Consiglio di Stato vallesano investe complessivamente 7,6 milioni di franchi a sostegno di nuovi veicoli elettrici e ibridi plug-in e per l’installazione di nuove stazioni di ricarica nel Cantone.

artikle_1.jpgChi acquista una e-mobile o un ibrido plug-in in Vallese beneficia ora di nuovi premi: Fonte: Mercedes.

pd/jas. In agosto il Consiglio di Stato del Vallese ha deciso di promuovere la vendita di veicoli elettrici e ibridi plug-in nei prossimi due anni. Pertanto, chi acquista un nuovo veicolo elettrico o ibrido plug-in o installa una stazione di ricarica elettrica nel Vallese riceverà dal 1° novembre 2020 un incentivo cantonale. I contributi stanziati ammontano a 2500-5000 franchi per ogni nuovo autoveicolo e a 750 franchi per i motoveicoli. Anche per l’installazione di stazioni di ricarica elettriche permanenti sono previsti incentivi, che variano a seconda della potenza di carica e del numero di punti di ricarica.

La direttiva sulla promozione della mobilità elettrica e ibrida adottata dal Consiglio di Stato vallesano prevede per queste misure un investimento complessivo di 7,6 milioni di franchi. In tal modo il Cantone intende riaffermare il proprio impegno a favore dello sviluppo sostenibile. Per promuovere la mobilità elettrica, il Consiglio di Stato aveva già adottato in novembre 2019 sette misure prioritarie. Tra queste, l’introduzione di contributi per l’acquisto di nuovi veicoli elettrici e ibridi plug-in e/o l’installazione di stazioni di ricarica. Anche l’UPSA ha sostenuto questo programma di promozione e ora guarda soddisfatta al risultato raggiunto per i propri soci.

Gli incentivi saranno concessi fino al 31 dicembre 2022 per veicoli nuovi elettrici e ibridi plug-in la cui velocità massima supera i 45 km/h, con classe di efficienza energetica A per le autovetture ed emissioni non superiori a 178 grammi di CO2 per km, secondo il ciclo di misurazione WLTP per furgoni e trattori a sella leggeri. Gli incentivi vengono concessi, tra l’altro, anche in caso di leasing.

artikel_2.jpg Al fine di ampliare anche l'infrastruttura di ricarica nel Vallese, sono stati creati incentivi per l'installazione di nuove stazioni di ricarica. Fonte: Mercedes.

Per poter mettere in circolazione nel Vallese non solo i nuovi veicoli elettrici e ibridi ricaricabili, ma dare anche, come auspicato dal governo, un importante contributo alla riduzione delle emissioni di CO2 causate dal trasporto privato, il Cantone promuove poi l’ampliamento dell’infrastruttura di ricarica. In caso di installazione permanente di una stazione di ricarica elettrica con un punto di ricarica da 11 kW viene riconosciuto un incentivo di 700 franchi. Il contributo cresce con una maggiore capacità di ricarica (da 11 a 22 kW) o prevedendo ulteriori punti di ricarica. Mentre gli incentivi d’acquisto per autoveicoli leggeri e pesanti, motoveicoli, motoleggere, quadricicli a motore e quadricicli leggeri a motore sono molto interessanti soprattutto per i clienti, il contributo finanziario per lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica dovrebbe interessare anche i garagisti del Vallese. Infatti, chi non è ancora dotato di una stazione di ricarica permanente nel proprio garage dovrebbe pensare seriamente ad installarne una usufruendo degli incentivi statali.

Tutte le informazioni e i criteri per questi interessanti contribuiti sono disponibili su www.vs.ch/praemien. Dal 1° novembre 2020, è possibile presentare la domanda per l’incentivo anche direttamente online.

Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti