Non divoratori di elettricità, ma powerbank su ruote

La transizione all’elettromobilità

Non divoratori di elettricità, ma powerbank su ruote

23 novembre 2022 agvs-upsa.ch — L’azienda Designwerk cresce sempre di più. Per questo motivo acquista una nuova sede aggiuntiva nella zona di Winterthur ed è alla ricerca di personale. All’origine di questa evoluzione positiva del produttore di autocarri elettrici, sistemi di batterie e caricabatterie c’è un’autorizzazione in deroga concessa dall’Ufficio federale delle strade (USTRA).

inhaltsbild_designwerk_920x540px_v1.jpg
Engineered in Switzerland: le batterie installate vengono costantemente testate e perfezionate. «Ogni errore rilevato è un passo avanti, se riusciamo a correggerlo», afferma Tobias Wülser. Foto: Media UPSA

Mfi. Designwerk ha scelto un gadget speciale che rappresenta la versatilità dell’azienda innovativa di Winterthur e permette ai clienti di divertirsi. Giocando con i quattro veicoli di Designwerk, non sarà raro sentir dire: «Hai l’High Cab Semi con una batteria da 900 kWh?» Oppure: «Ora mi manca solo il Mid Cab Collect con una presa di ricarica in corrente continua fino a 350 kW.» Nella realtà, Designwerk offre un’ampia gamma di autocarri completamente elettrici, dall’autocarro con cassone ribaltabile al furgone per trasporti pesanti.

I veicoli da 18 a 44 tonnellate vengono impiegati da aziende di logistica operanti nei campi del riciclaggio, della distribuzione, della silvicoltura e dell’agricoltura. «Offriamo soluzioni di mobilità elettrica da un unico fornitore. Dallo sviluppo, all’accumulo, alla guida fino alla ricarica», afferma Tobias Wülser, fondatore dell’azienda, parlando dei quattro pilastri di quella che era iniziata come una start-up. Oltre ai veicoli elettrici, l’azienda di Winterthur sviluppa batterie modulari ad alte prestazioni e soluzioni di ricarica mobili.

Tra i clienti nel settore dei veicoli commerciali figurano ad esempio i corrieri di DPD, le città di Berna e Zurigo o Galliker Transport. Per consegnare auto nuove, Galliker utilizza la bisarca elettrica Mid Cab Carporter 6 × 2R. Ogni giorno si percorrono circa 450 chilometri senza ricariche intermedie. «Ora anche le autovetture elettriche possono essere consegnate ai concessionari senza produrre emissioni», afferma Wülser. La bisarca ha una potenza complessiva di 680 CV e quattro pacchi batteria modulari con una capacità totale di 900 kilowattora. Dopo l’uso, gli accumulatori vengono caricati durante la notte. Se è necessaria una ricarica rapida, il veicolo può essere ricaricato con una potenza di ricarica di 350 kW in appena due ore fino all’80% della capacità della batteria installata.

inhaltsbild_designwerk_920x540px_v2.jpg
Con i modelli di camion High Cab, Mid Cab, Mid Cab X e Low Cab, Designwerk offre soluzioni adatte per quasi tutte le applicazioni. Designwerk si è guadagnata un vantaggio competitivo non solo per quanto riguarda l’installazione flessibile dei pacchi batteria. I clienti possono, tra l’altro, scegliere il posizionamento della presa di ricarica in base alle proprie esigenze. Foto: Designwerk

Il Gruppo Galliker è uno dei maggiori clienti di Designwerk in Svizzera. Insieme all’azienda servizi di trasporto Friderici Special e all’impresa di noleggio di macchine edili Avesco Rent, Designwerk ha sviluppato e prodotto nel 2020 i primi autocarri elettrici con batteria da 900 kWh – all’epoca ancora con il marchio Futuricum di proprietà di Designwerk. Per incrementare la potenza della batteria da 680 kWh a 900 kWh e aumentare il carico utile di due tonnellate, è stato necessario allungare il veicolo di un metro. «È stata un’anteprima mondiale quando, nell’autunno del 2021, abbiamo presentato al pubblico i veicoli pronti con immagini impressionanti di un viaggio di andata e ritorno sul Passo del Giulio. Dislivello di 1858 metri, pendenza 12%, 430 km con un peso complessivo di 36 tonnellate, senza ricarica intermedia. Tutto ciò è stato possibile grazie ai quattro motori e alle eccezionali capacità delle batterie. Nessun altro costruttore dispone di un veicolo simile», afferma Wülser che, essendo uno dei due membri fondatori, oggi guida attivamente il percorso dell’azienda a capo della direzione aziendale. Quattro motori elettrici in un veicolo commerciale? Wülser: «Se anche tre motori ci abbandonano, il veicolo continua la marcia, proprio come un aereo.» L’idea iniziale di aumentare l’autonomia venne scritta su un tovagliolo durante un colloquio con Peter Galliker, CEO di Galliker Transport AG. All’epoca si discuteva, in particolare, su come sfruttare al massimo la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni. L’Ufficio federale delle strade (USTRA) e in particolare il suo direttore Jürg Röthlisberger sono stati molto sensibili alle richieste. «Sono rimasto sorpreso dal modo pragmatico in cui l’Ufficio federale ha affrontato e applicato il nostro input», ricorda Wülser guardando con gratitudine al sostegno dell’USTRA.

Grazie alla lunghezza aggiuntiva di 1 metro consentita per legge per la motrice, i pacchi batterie possono essere posizionati sia tra gli assi che dietro la cabina del conducente. I telai dei camion elettrici sono fissi e si basano sulle serie Volvo FM, Volvo FMX e Volvo FH e sul telaio low entry Econic di Daimler Trucks AG. Da aprile 2021 il Gruppo Volvo detiene la maggioranza delle quote di Designwerk, esattamente il 60%. Si tratta della divisione veicoli commerciali del costruttore svedese che produce autocarri, autobus, macchine edili e opera anche in campo navale. Designwerk continua ad agire autonomamente, come conferma Wülser: «Volvo è il grande e stabile piroscafo in alto mare e noi siamo il motoscafo che va avanti con grande libertà. Siamo e restiamo un’azienda agile e perseguiamo intensamente la nostra strategia di specializzazione.»

Concretamente ciò significa che Designwerk sviluppa, testa e introduce sul mercato nuove tecnologie di propulsione, possibilità di ricarica e opzioni di batteria. Affinché ciò avvenga, i reparti dell’azienda che si occupano di dispositivi di ricarica e sistemi di batterie si trasferiranno in una nuova sede situata vicino alla sede centrale. In questo modo l’officina della sede esistente di Winterthur-Wülflingen potrà essere ampliata. Ciò che un tempo era iniziato in un quarto di capannone, ora viene portato avanti in due capannoni di produzione con una superficie di 2500 metri quadrati.
Per poter tenere il passo con la rapida crescita, il team di Designwerk può contare ora su oltre 200 collaboratori, che fino a poco tempo fa erano solo 150. Per il settore dei camion elettrici si cercano tra gli altri professionisti della vendita, ingegneri di sviluppo, tecnici di sistema o meccatronici, i quali devono contribuire a plasmare la mobilità di domani. «Il bello è che stiamo ricevendo innumerevoli incarichi. Vogliamo ampliare il nostro giovane team dall’età media di 30 anni e realizzare insieme tutte le nostre idee», afferma Wülser.

Si richiedono collaboratori motivati e vogliosi di imparare, che portino dentro di sé il fuoco delle nuove tecnologie. Questo è l’unico modo per migliorare le innovazioni esistenti. Primo esempio: alla luce della crisi energetica, i geni di Winterthur non erano contenti di essere semplicemente definiti divoratori di elettricità, quindi hanno trasformato i propri prodotti in powerbank mobili. «Stiamo lavorando a un progetto pilota per la ricarica bidirezionale. In caso di interruzione della corrente elettrica, ad esempio, Galliker potrebbe alimentare un intero ospedale con i suoi veicoli», spiega Wülser.
Secondo esempio: l’anno prossimo Galliker riceverà una nuova bisarca elettrica. Poiché i clienti sono sempre più orientati verso l’acquisto di SUV e quindi le vetture diventano sempre più grandi e pesanti, la bisarca attualmente in uso sarebbe eccessivamente sollecitata. «Le auto nuove con motore diesel vengono trasportate con il serbatoio vuoto, ma le auto elettriche pesano di per sé due tonnellate e mezzo», spiega Wülser. La soluzione è un nuovo articolato della ditta Kässbohrer che consente di trasportare otto veicoli. Per risparmiare spazio e peso le batterie vengono posizionate una accanto all’altra anziché una sopra l’altra. L’EU Carporter di Galliker sarà quindi la new entry nell’illustre quartetto di Designwerk.
Un anno fa sul Passo del Giulio è stata realizzata un’immagine che ha lasciato il segno. I due nuovi semirimorchi completamente elettrici da 40 tonnellate di Galliker Transport AG e di Friderici Special sono stati fotografati con la torre teatro Origen sullo sfondo. I due veicoli avevano lasciato lo stabilimento di produzione di Designwerk a Winterthur per dimostrare, a oltre 2284 metri sul livello del mare, che l’elettrificazione dei veicoli pesanti non è lontana. Anzi, è già arrivata. «Le prestazioni dell’High Cab Semi 6 × 2T di Designwerk sono sufficienti anche per raggiungere il Passo del Giulio e tornare a Winterthur», commenta soddisfatto Tobias Wülser.

Occorre rivelare però che, arrivati sul Passo del Giulio, i due conducenti Rolf Galliker e Clément Friderici hanno avuto qualche dubbio. Sarà possibile affrontare il viaggio di ritorno senza ricaricare? Nel caso del veicolo di Galliker la capacità delle batterie era scesa dal 100 al 36% e nel caso di Friderici al 23%. Wülser rassicurò i suoi partner, e aveva ragione: «Grazie al recupero in discesa, la capacità fino a Landquart è tornata al 50%.» Per i veicoli di Designwerk, il recupero dell’energia in frenata arriva fino al 14%.

inhaltsbild_designwerk_920x540px_v3.jpg
Designwerk sviluppa e produce veicoli elettrici dal 2008. Oggi vengono installati quattro motori che funzionano indipendentemente l’uno dall’altro in caso di guasto. Foto: Media UPSA

La prova di queste prestazioni uniche al mondo è stata fornita da Designwerk già nell’agosto 2021. Il camion elettrico percorse 1099 km in 23 ore senza ricarica intermedia. La prova record si è svolta a una velocità media di 50 km/h sul circuito di prova della Continental ad Hannover. La batteria non era del tutto scarica nemmeno dopo i 392 giri sull’ovale per l’alta velocità. Giunti al 2% di carica, il test è stato interrotto per non danneggiare la batteria. L’azienda di logistica DPD ha continuato a utilizzare questo pezzo unico per le consegne, e lo fa ancora oggi.

I numeri dell’High Cab Logistics 4 × 2R di Designwerk non solo sono entrati nel Guinness dei primati, ma hanno anche suscitato un’enorme risonanza mediatica. I veicoli basati sul Volvo FH sono dotati di quattro motori con una potenza complessiva di 500 kW e una capacità della batteria installata di 680 kWh. Tra l’altro, durante la corsa record, il camion elettrico non era carico. Il suo peso a vuoto è di 15,5 tonnellate.

E cosa succederebbe se un’altra azienda cercasse di infrangere questo record mondiale? «La batteremmo di nuovo. Possiamo superare senza problemi la tacca dei 1100 chilometri», afferma Wülser. Questa consapevolezza si basa sul lavoro quotidiano svolto nel piazzale di Designwerk. È in fase di sviluppo un nuovo progetto pilota chiamato «Megawatt Charger» e stiamo intensificando la cooperazione con Continental. «Insieme ai sistemi di batterie, gli pneumatici sono la chiave per una maggiore autonomia», afferma Wülser. Non ci sono ostacoli sulla strada verso il prossimo record.
torna su
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 12 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti


Claudio Cola 29. Novembre 2022 - 13:41
Azienda interessante....