Elettriche: vendite oltre quota 10’000

3 dicembre 2019 upsa-agvs.ch – Dall’inizio dell’anno sono sbarcate 10'329 elettriche nuove di zecca sulle strade di Svizzera e Principato del Liechtenstein. È la prima volta che le loro immatricolazioni superano le cinque cifre.

verkaufszahlen_zoe_artikel_920x510.jpg

pd. Dall’inizio del 2019 a oggi sono sbarcate 10'329 auto elettriche nuove sulle strade di Svizzera e Liechtenstein. È la prima volta che le loro immatricolazioni superano le cinque cifre. Lo dimostrano gli ultimi dati di auto-suisse. Allo stesso tempo aumenta anche il numero di elettriche al 100 percento di prima mano, che avanzano del 136,6 percento rispetto all’anno scorso. A novembre il mercato totale è risultato stabile rispetto allo stesso periodo del 2018, registrando 24’228 prime immatricolazioni e un incremento dello 0,5 percento. Dall’inizio dell’anno sono state ammesse al traffico 276'641 auto nuove, il che equivale a un aumento dell’1,6 percento rispetto al periodo di confronto dell’anno scorso.

Quest’anno più di una vettura nuova su dieci è priva di motore benzina o diesel o affianca un’altra propulsione a quelle convenzionali. Si registra infatti una domanda molto elevata non solo per le elettriche ma anche per le altre alternative. Tutte insieme rappresentano il 12,1 percento del mercato delle autovetture nuove. Nel dettaglio, crescono notevolmente anche le ibride diesel (+385,8 %), le auto a GNC (+50,8 %) e le ibride a benzina (+41,5 %). La crescita dell’intero comparto delle propulsioni alternative è pari a un ragguardevole 75,4 percento.

verkaufszahlen_statistik_artikel_920x510.jpg

«Che in meno di un anno le elettriche nuove abbiano superato quota 10’000 in Svizzera e Principato del Liechtenstein è una tappa storica per la mobilità elettrica», afferma convinto Christoph Wolnik, portavoce di auto-suisse. «Dall’inizio dell’anno la quota delle elettriche sul mercato del nuovo è del 3,7 percento, una delle più consistenti al mondo – e pensare che sinora solo pochi cantoni hanno deciso di promuovere sistematicamente la mobilità elettrica.»

Wolnik precisa però che si tratta solo di una tappa intermedia: «Comunque sia vogliamo incrementare notevolmente questo dato nel 2020 e arrivare a una quota di mercato di almeno il dieci percento insieme alle ibride plug-in. Siamo convinti che raggiungeremo il nostro obiettivo 10/20.» Quest’anno, conclude Wolnik, la quota è del cinque percento circa. Siamo quindi a metà strada dal traguardo.
 
 

Rimanete aggiornati e iscrivetevi alla newsletter AGVS!
Iscriviti ora


Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti