Mobilità a idrogeno: sostegno della logistica alimentare

22 agosto 2019 upsa-agvs.ch – Christian Cavegn AG di Landquart è il membro più recente dell’associazione Mobilità H2 Svizzera. Con oltre un milione di commesse, lo specialista di logistica alimentare è tra i primi tre operatori svizzeri del trasporto refrigerato e frigorifero.



abi. In quanto membro dell’associazione, l’azienda a conduzione familiare si impegna per una rapida introduzione della propulsione elettrica alimentata da celle a combustibile di idrogeno in Svizzera. «La sostenibilità, intesa in ogni senso, è un valore centrale della nostra azienda da più di 100 anni e da quattro generazioni», così un comunicato cita il CEO Christian Cavegn e il COO Severin Cavegn. 

Fondata nel 1916, Christian Cavegn AG ha un elevato fabbisogno di carburante come tutte le aziende di trasporto. Ogni giorno, 270 autocarri targati Cavegn partono infatti da nove centri sparsi in tutto il paese per battere le strade svizzere. Ora – si legge nel comunicato – la domanda di idrogeno crescerà grazie al sostegno degli operatori della logistica. Un sostegno che, a sua volta, incentiverà la creazione di una rete di stazioni di rifornimento in tutta la Svizzera. «Aderendo all’associazione Mobilità H2 Svizzera, sottolineiamo la nostra volontà di investire in questa tecnologia e di impiegarla nei limiti delle nostre possibilità.» Christian Cavegn AG sta lavorando all’acquisto dei primi veicoli a idrogeno.

Fondata nel 2018, l’associazione Mobilità H2 Svizzera si propone di costruire una rete di stazioni per il rifornimento di idrogeno che copra tutta la Svizzera. Tra i membri figurano anche Agrola, Coop, Emil Frey Group, la Federazione delle Cooperative Migros, Socar e Tamoil.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti