Proroga per lavoro ridotto e perdita di guadagno per lavoratori indipendenti

Corona

Proroga per lavoro ridotto e perdita di guadagno per lavoratori indipendenti

1 luglio 2020 agvs-upsa.ch - Il diritto all’indennità per perdita di guadagno per i lavoratori indipendenti colpiti, direttamente o indirettamente, dai provvedimenti della Confederazione per combattere il coronavirus sono prorogate fino al 16 settembre. Anche il lavoro ridotto è stato esteso da 12 a 18 mesi.

abi/sco. Tra le notizie principali dopo la seduta del Consiglio federale del 1° luglio c’è l’obbligo di indossare una mascherina sui mezzi pubblici e la quarantena per le persone che arrivano in Svizzera da Paesi a rischio. Dal 6 luglio 2020 vige l’obbligo della mascherina su tutti i mezzi pubblici, ossia su treni, tram e autobus, ma anche funivie e battelli. Fanno eccezione solo gli skilift e le seggiovie. Le mascherine sono obbligatorie a partire dai 12 anni d’età.

Il Consiglio federale vuole evitare così una nuova introduzione del virus dall’estero: da lunedì, chiunque entri in Svizzera da determinate aree geografiche deve osservare una quarantena di dieci giorni. L’Ufficio federale della sanità pubblica tiene un elenco costantemente aggiornato. Il Ministro della sanità Alain Berset ha indicato la Svezia e la Serbia come possibili Paesi a rischio. Le persone interessate sono tenute a notificare la loro entrata in Svizzera all’autorità cantonale competente. Le compagnie aeree e le imprese di trasporto in autobus sono inoltre avvertite di non trasportare passeggeri malati.
«Con questi provvedimenti vogliamo evitare la diffusione incontrollata del virus», afferma la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga.

In occasione dell’ultima seduta, il Consiglio federale ha preso inoltre diverse decisioni che hanno conseguenze dirette sui lavoratori indipendenti in Svizzera. Essa tiene quindi conto del fatto che molte imprese non sono ancora in grado di riprendere la loro attività, o possono farlo solo in parte, benché i provvedimenti adottati per combattere il coronavirus siano stati parzialmente o completamente revocati.

Il Consiglio federale ritiene che, data la situazione, sia giustificato continuare a sostenere queste imprese. Le persone in questione non dovranno intraprendere nulla: le casse di compensazione AVS riprenderanno a versare loro l’indennità per perdita di guadagno per coronavirus. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Il Consiglio federale ha altresì deciso di prolungare da 12 a 18 mesi l’indennità per lavoro ridotto, come afferma la presidente Sommaruga. Il tal modo il Governo intende evitare un’ulteriore crescita della disoccupazione. Finora le aziende potevano chiedere l’indennità per lavoro ridotto per 12 mesi al massimo sull’arco di due anni. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Consultazione sulle pigioni commerciali
Oggi inizia la procedura di consultazione relativa all’esonero delle pigioni per i locali commerciali. In seguito all’adozione da parte del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati, nella sessione estiva, di una mozione della Commissione dell’economia, i locatari dei locali commerciali che hanno dovuto chiudere a causa dei provvedimenti del Consiglio federale dovrebbero ricevere una riduzione della pigione del 60%. Il Consiglio federale è ora incaricato di elaborare il relativo progetto di legge, che sarà messo ai voti delle Camere in settembre. La consultazione termina il 4 agosto 2020.
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 16 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti