Il Consiglio federale vuole contrastare l'abrasione dei pneumatici

Microplastiques

Il Consiglio federale vuole contrastare l'abrasione dei pneumatici

25 agosto 2023 agvs-upsa.ch – Il Consiglio federale vuole ridurre l'impatto ambientale delle microplastiche causate dall'usura dei pneumatici. Questo obiettivo deve essere raggiunto attraverso quattro campi d'azione.



srh. Negli ultimi anni l'opinione pubblica è diventata sempre più consapevole del fatto che le microplastiche rappresentano un problema ambientale. Di conseguenza, i politici ne approfittano per accaparrarsi voti. Il postulato "L'abrasione dei pneumatici come maggiore fonte di microplastiche. Misure per ridurla" è stato presentato dalla consigliera nazionale del PS Ursula Schneider Schüttel poco prima delle ultime elezioni. La risposta del Consiglio federale è arrivata poco prima delle prossime elezioni, quasi quattro anni dopo la presentazione.

In Consiglio, il postulato è stato contrastato dal Consigliere nazionale e attuale Presidente centrale dell'UPSA Thomas Hurter. Nella sua argomentazione, ha sottolineato che il rapporto chiedeva fatti già noti. Inoltre, la Svizzera non ha una propria produzione di pneumatici. E: "L'UE è consapevole del problema. Ci sono molti studi internazionali al riguardo e stanno lavorando sulla questione", ha detto Hurter tre anni fa in Consiglio nazionale. Nella votazione, tuttavia, i comunisti sono stati sconfitti dai partiti rosso-verdi, e quindi ora il rapporto è disponibile. 

Secondo le conoscenze attuali, l'abrasione dei pneumatici è la principale fonte di microplastiche in Svizzera. Si stima che ogni anno nel nostro Paese vengano prodotte tra le 13.500 e le 21.200 tonnellate di usura di pneumatici. Tuttavia, come osserva il Consiglio federale nel suo documento, le cifre degli studi internazionali divergono ampiamente.

I produttori di pneumatici sono all'avanguardia
Ciononostante, il Consiglio federale definisce diverse misure su come intende intervenire sulla questione dell'usura dei pneumatici. Da un lato, vuole colmare le lacune di conoscenza. A tal fine, il Consiglio federale chiede la creazione di un metodo di misurazione affidabile, supportato a livello internazionale e standardizzato per quantificare l'usura dei pneumatici. Gli Uffici federali USTRA e UFAM faranno pressione sugli organismi europei.

Allo stesso tempo, il Consiglio federale chiede di regolamentare i produttori di pneumatici nel secondo campo d'azione "Evitare e ridurre l'abrasione dei pneumatici alla fonte". Allo stesso tempo, riconosce il lavoro dei produttori di pneumatici: "Ad esempio, i dieci maggiori produttori di pneumatici del Tire Industry Project - un forum internazionale per la sostenibilità nel settore dei pneumatici - si sono posti l'obiettivo comune di sostituire alcuni ingredienti e materiali tossici nella produzione di pneumatici con componenti più ecologici". I membri nominati del consorzio sono: Bridgestone, Continental, Goodyear, Hankook, Kumho, Michelin, Pirelli, Sumitomo, Toyo e Yokohama. 

Il Consiglio federale intende esercitare pressioni a livello europeo affinché in futuro l'usura dei pneumatici faccia parte dell'etichetta del pneumatico. Tuttavia, il Consiglio federale è anche consapevole che lo standard Euro 7 dell'UE va già in questa direzione. Il Consiglio federale riconosce anche indirettamente le argomentazioni avanzate da Thomas Hurter in merito alla sicurezza. Anche se i pneumatici sono prodotti con materie prime sostenibili, "ciò non deve andare a scapito della sicurezza stradale (aderenza), della protezione acustica (rumore di rotolamento) e dell'efficienza energetica (resistenza al rotolamento)". Anche in questo caso, la competenza di consulenza dei gestori di officine sarà probabilmente più richiesta. 

I Cantoni sono chiamati in causa
Il terzo campo d'azione, "Ottimizzare il mantenimento dell'usura dei pneumatici", riguarda la protezione delle acque. Sebbene siano già in funzione adeguati impianti di trattamento delle acque reflue stradali, soprattutto sulle strade nazionali, è ancora necessario un intervento da parte dei Cantoni e dei Comuni. Questo è uno dei motivi per cui Thomas Hurter ha sottolineato nel suo intervento: "Nella sua giustificazione, la postulante sostiene che il sistema fognario non è in funzione su alcune strade comunali e cantonali. Devo dire: fate questa richiesta nei cantoni che non stanno facendo il loro lavoro. Parlate con i dipartimenti edilizi".

In quarto luogo, il Consiglio federale vuole promuovere la guida anticipata con "informazioni e sensibilizzazione". In questo modo si ridurrà il numero di manovre di frenata e di accelerazione, con un effetto di riduzione dell'usura dei pneumatici. A tal fine, si intende integrare il monitoraggio dell'usura dei pneumatici nel rapporto ambientale - se sono disponibili le misurazioni affidabili necessarie. 

L'introduzione di sistemi di incentivi cantonali per l'acquisto di veicoli più leggeri e meno potenti non è un problema per il Consiglio federale. È vero che ciò avrebbe un'influenza positiva sull'usura dei pneumatici. Tuttavia, il Consiglio federale giustifica che un tale sistema è, da un lato, di competenza dei Cantoni. D'altra parte, "un tale incentivo sarebbe in contrasto con gli sforzi del Consiglio federale per promuovere l'elettromobilità, poiché i veicoli elettrici di concezione attuale hanno generalmente un peso elevato e una coppia motrice elevata".
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 17 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti