Mordere l'asfalto

Pneumatici per auto elettriche

Mordere l'asfalto

28 febbraio 2023 agvs-upsa.ch – Il futuro è sempre più elettrico. Con il rapido cambiamento del settore, anche i produttori di pneumatici si trovano a dover affrontare una sfida. Pirelli, Continental, Bridgestone & Co. stanno investendo somme considerevoli nello sviluppo di nuovi pneumatici per veicoli elettrici. In fin dei conti, con il passaggio alle auto elettriche, cambiano anche le esigenze dei pneumatici.

inhalt_pneus_v2.jpg
Quali caratteristiche deve avere un pneumatico per andare da A a B in un'auto elettrica con il minor dispendio di energia possibile? I produttori di pneumatici di tutto il mondo stanno fornendo soluzioni innovative. Ad esempio, uno dei primi pneumatici Bridgestone per veicoli elettrici ha sfruttato le sinergie tra grande diametro e larghezza ridotta ed è stato utilizzato nella BMW i3. Foto: BMW

cym. Quali caratteristiche devono avere i pneumatici per generare la minor resistenza al rotolamento possibile e quindi portare un veicolo da A a B in modo sicuro, ma con il minor dispendio energetico possibile? I produttori di pneumatici si stanno ponendo questa domanda e hanno pronte soluzioni innovative per la produzione di nuovi pneumatici per auto elettriche. L'aspetto dell'usura dei pneumatici, ad esempio, fa la differenza rispetto alla gomma convenzionale per i motori a combustione, anche a causa del peso maggiore delle auto elettriche. «L'usura può essere superiore fino al 40%», afferma Andreas Schlenke, esperto di pneumatici di Continental. Inoltre, le auto ibride ed elettriche raggiungono la coppia massima subito dopo aver premuto l'acceleratore. Questo ha un impatto diretto sulla trasmissione della potenza e sulla trazione. Pirelli ha una risposta a questo problema con i suoi modelli Elect: «Grazie a specifici adattamenti, i nostri pneumatici Elect sono in grado di mordere davvero l'asfalto per trasferire con successo le forze del veicolo sulla strada», afferma Jennifer Herban, Trade & Consumer Marketing Manager di Pirelli. Rispetto a un pneumatico convenzionale, questi pneumatici Elect sono caratterizzati da una riduzione di oltre il 20% della resistenza al rotolamento, che garantisce un consumo energetico minimo. Pirelli persegue da anni la cosiddetta strategia «Perfect Fit». Ciò significa che: Ogni variante di un pneumatico personalizzato viene sviluppata in stretta collaborazione con la rispettiva casa automobilistica. «Solo così il pneumatico può fornire le prestazioni necessarie per integrarsi perfettamente con le caratteristiche tecniche individuali del modello di veicolo», afferma Herban.
 
inhalt_pneus_v1.jpg
Una spugna per ridurre il rumore: La tecnologia che utilizza inserti di schiuma nel pneumatico per assorbire le onde sonore è la stessa per Pirelli, Continental e Bridgestone. Foto: Continental

Bridgestone sta inoltre sviluppando nuovi modelli specificamente adatti ai veicoli elettrici e dotati di proprietà extra adattate. Sempre con l'obiettivo di aumentare la gamma mantenendo sicurezza e qualità. Il produttore giapponese di pneumatici è noto, ad esempio, per la sua tecnologia di pneumatici leggeri Enliten. «I pneumatici di questa gamma hanno una resistenza al rotolamento mediamente inferiore del 20% rispetto ai tradizionali pneumatici estivi premium», afferma Urs Lüchinger, Country Manager Bridgestone Svizzera. Inoltre, la tecnologia garantisce una minore perdita di energia grazie alla significativa riduzione di peso – anch'essa di circa il 20% – e alla conseguente minore inerzia. Il processo di produzione consente anche di risparmiare risorse, perché viene utilizzato meno materiale. «ia nella produzione del pneumatico che grazie alla ridotta resistenza al rotolamento, si possono risparmiare ingenti emissioni di CO2», spiega. Per risolvere altri obiettivi contrastanti come la resistenza al rotolamento, l'aderenza sul bagnato e la resa chilometrica nel modo più ottimale possibile, Bridgestone lavora con innovative mescole del battistrada di alta gamma che, grazie al loro sviluppo, aprono sempre nuove soluzioni orientate agli obiettivi. In generale, una sfida nel processo di sviluppo dei pneumatici per le e-car è quella di armonizzare la larghezza del pneumatico e il diametro esterno. «Sul veicolo non devono estendersi troppo verso l'interno, altrimenti intralcerebbero i pacchi batteria. Tuttavia, a causa delle norme di legge, non devono nemmeno estendersi troppo verso l'esterno. I pneumatici per le auto elettriche hanno quindi spesso un diametro elevato e una larghezza ridotta», spiega Lüchinger.

I produttori hanno anche una soluzione innovativa per evitare il rumore. Perché le emissioni sonore giocano un ruolo importante nello sviluppo di pneumatici per veicoli elettrici. «I veicoli elettrici eliminano quasi completamente il rumore del motore, quindi i pneumatici sono più udibili», afferma Lüchinger. "«Ecco perché Bridgestone ha sviluppato la tecnologia B-Silent per ridurre al minimo il rumore di rotolamento su tutte le superfici stradali, aumentando il comfort del conducente». Il «ContiSilent» di Continental è uno strato di schiuma quasi identico nel pneumatico che assorbe le onde sonore per una guida più silenziosa. Pirelli ha affrontato il problema allo stesso modo: La soluzione tecnica si chiama Pirelli Noise Cancelling System. «Una spugna fonoassorbente riduce le risonanze che si verificano durante il rotolamento e che penetrano nell'abitacolo attraverso il telaio e la carrozzeria. Questo garantisce il massimo comfort e sottolinea la silenziosità dell'abitacolo», spiega Jennifer Herban. «I pneumatici con il sistema Pirelli Noise Cancelling System possono ridurre il rumore in media della metà».
 
vers le haut
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

1 + 1 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti